venerdì 5 giugno 2015

STRUTTURE TOROIDALI E UNIVERSO


TORO
Il Toro è lo schema principale che la natura utilizza su ogni scala. Sistemi organizzati come questo, permettono lo sviluppo dell'universo. Il sistema legato alla struttura toroidale è infatti un sistema in equilibrio che ritroviamo ovunque in natura: nella sezione di una mela o di una arancia, in un uragano, nel campo magnetico terrestre e nelle sue dinamiche atmosferiche, nella superficie solare, intorno all'essere umano, intorno ad una galassia e persino intorno all'atomo. L'universo, ovunque si guardi, ha sviluppato un solo progetto, creare tori!








....
Il toro è il respiro dell'universo che trova stabilità nell'equilibrio vettoriale; un campo di forze in 3D perfettamente bilanciato, con 12 linee (guarda caso 12 sono i meridiani sia nell'uomo che nel pianeta Terra) uguali di energia che irradiano verso l'esterno e che gli antichi conoscevano molto bene. Un sistema semplice formato quindi da un cristallo contenente 64 tetraedi all'interno dell'equilibrio vettoriale iscritto in un toro. 64 sono i codoni che codificano il DNA umano, l'antico sistema di saggezza antico cinese I-Ching si basa su 64 esagrammi così come l'albero della vita della cabala ebraica crea la stessa struttura.





....
Questo meccanismo consente di attingere alla cosiddetta energia di punto zero, radiante o libera. L'energia sottile a cui si fa riferimento, come nel caso dei meridiani umani,non è di natura elettrica, ma può indurre campi e correnti elettriche per via delle sue proprietà magnetiche. Questa energia conosciuta come "chi" dai cinesi o "prana" è la manifestazione della forza vitale che anima i sistemi viventi ed è di natura entropica negativa; spinge cioè gli organismi verso un maggior ordine ed un più stabile equilibrio energetico "cellulare". Quando ad esempio il flusso dell'energia vitale verso un determinato organo è deficitaria o squilibrata, si verificano fenomeni di disorganizzazione cellulare. La struttura toroidale quindi partendo dal punto di connessione centrale con questa energia permette che il flusso salga verso l'alto in spirale destrogira e raggiunto l'apice del toro ridiscenda verso il basso al fine di tornare al punto zero e riprendere il ciclo. Come abbiamo visto avviene in tutti i sistemi universali. Qualsiasi sia il disturbo a questo ciclo genera una defezione, quindi l'energia non completa il ciclo e si disperde altrove nello spazio multidimensionale. Nell'essere umano ad esempio parte dalle gonadi, chakra swadhisthana, sale verso il cuore chakra anahata per poi raggiungere la ghiandola pituitaria o epifisi (terzo occhio) e dal chakra della corona poi ridiscendere per ristabilire il ciclo. Questa è ciò che viene chiamata respirazione trasmutatoria che si pratica in Meditazione. Rappresenta un ciclo non dispersivo di energie, che i popoli antichi conoscevano molto bene, nel quale l'energia si accumula permettendo il salto di ottava quantico energetico. La respirazione è a tutti gli effetti il portale di connessione col nostro lato sottile, infatti è l'unica azione dell'organismo ad avere una duplice valenza sia autonoma che vegetativa. Il respiro possiamo controllarlo, amplificando o diminuendo gli atti di ispirazione e espirazione, ma possiamo lasciare anche che sia il sistema nervoso vegetativo ad occuparsene, cosa che non accade ad esempio col cuore o l'intestino. L'essere umano ha quasi del tutto dimenticato queste incredibili conoscenze molto antiche ed infatti non completando più il ciclo crea un' errore che lo porterà alla fine dei tempi. Per interrompere un armonia c'è bisogno di una disarmonia dalla quale bisogna essere attratti e indotti dall'inganno all'errore. La disarmonia è L' EGO che ci trae in inganno facendoci cadere. Non a caso quando seguiamo l'ego, in uno scatto d'ira ad esempio, non respiriamo più, entriamo in apnea e disperdiamo energia non permettendo la chiusura del ciclo, oppure quando facciamo l'amore o sesso, avviene la stessa cosa e cosi via. Portate sempre attenzione al vostro respiro, non lasciatevi sedurre dal Male Disarmonico, siate presenti il più possibile, aiutatevi con la meditazione e soprattutto chiudete il CICLO del TORO!







iscrizione antichissima
" Chi non è con me è contro di me, e chi non raccoglie con me, disperde ".
Yeshua





Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Licenza Creative Commons
Enuma Elish diDario Sumer è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.