venerdì 5 giugno 2015

CIRCOLAZIONE ENERGETICA

Il corpo umano è circondato da nove campi eterici o stati vibratori differenti che hanno il compito di controllare la parte fisica e spirituale. In tutto questo complesso elettromagnetico di onde e frequenze, l'energia vitale scorre in canali ben tracciati chiamati meridiani che fanno riferimento a punti dove l'energia si concentra che prendono il nome di Chakra, che significa vortice. Questi campi vibratori avvolgono il corpo umano e i Chakra, se funzionano bene, permettono all'uomo di rimanere in buona salute. Se invece sono perturbati da emozioni violente o negative subiscono delle modifiche che a loro volta si ripercuotono sul fisico facendo ammalare l'organo corrispondente. Infatti l'Agopuntura si pone esattamente questo, come obiettivo da contrastare...



L' energia vitale è quella energia impalpabile, potentissima che fa la differenza tra una cosa viva e una morta.
E' l'energia che compenetra tutto l'universo visibile e invisibile, è l'emanazione stessa della potenza Divina.
Essa agisce in tutto ciò che si manifesta, segue delle leggi molto semplici: modifica, migliora ed espande tutto ciò che esiste.

CIRCOLAZIONE ENERGETICA

Il corpo umano è circondato da nove campi eterici o stati vibratori differenti che hanno il compito di controllare la parte fisica e spirituale. In tutto questo complesso elettromagnetico di onde e frequenze, l'energia vitale scorre in canali ben tracciati chiamati meridiani che fanno riferimento a punti dove l'energia si concentra che prendono il nome di Chakra, che significa vortice.
Questi campi vibratori avvolgono il corpo umano e i Chakra, se funzionano bene, permettono all'uomo di rimanere in buona salute. Se invece sono perturbati da emozioni violente o negative subiscono delle modifiche che a loro volta si ripercuotono sul fisico facendo ammalare l'organo corrispondente.

ChaKra e Tan Tien



I flussi di energia che scorrono nei nostri corpi creano, incrociandosi, dei veri e propri centri energetici, chiamati comunemente Chakra.

Chakra è una parola sanscrita, appartenente all'antichissima India, con diverse traduzioni che rimandano sempre al significato di una "forma circolare" : cerchio, ruota, vortice, o movimento energetico che si allarga a spirale Bindhu, ossia punto da cui tutto parte e a cui tutto torna. Mentre il numero totale dei centri energetici è altissimo (alcuni antichi testi orientali ne distinguono più di diecimila) a noi interessano soltanto i sette Chakra Maggiori, i quali sono situati lungo l'asse centrale del corpo umano nella parte che va dalla base della spina dorsale fino a poco oltre la testa.
Questo asse centrale è denominato Sushumna nadi, ed è il canale per il risveglio della coscienza spirituale.
Intorno a questo canale centrale se ne avvolgono in forma elicoidale due laterali: a destra Ida, a sinistra Pingala.
Ida nadi controlla tutti i processi mentali, mentre Pingala nadi controlla tutti i processi vitali. Ida è conosciuta come luna e Pingala come sole.
I principali chakra sono 7 e sono composti di un vortice anteriore ed uno posteriore fatta però eccezione per il primo ed il settimo chakra, che invece sono singoli.




Quasi tutte le persone "vedono" e "sentono" i chakra come degli imbuti che roteano e contemporaneamente fanno scorrere l'Energia avanti ed indietro. Ecco perché nell'iconografia orientale (ma anche in quella occidentale) essi sono sempre stati rappresentati come se fossero dei vortici.


I sette chakra principali sono doppi nel senso che hanno una corrispondenza posteriore al loro aspetto anteriore, fatta però eccezione per il primo ed il settimo chakra, che invece sono singoli.
Dal Secondo al q\uinto chakra, l'aspetto anteriore si relaziona con i sentimenti e con le emozioni, mentre quello posteriore con la volontà. Per quanto riguarda il Sesto (anteriore e posteriore) ed il Settimo, la correlazione è con la mente e la ragione. Il Primo ed il Settimo chakra hanno inoltre l'importantissima funzione di collegamento per l'essere umano: essendo i chakra più esterni del canale energetico, essi hanno la caratteristica di relazionare l'uomo con l'universo da un lato e con la terra dall'altro.
I chakra, vanno comunque intesi come centri energetici nei quali confluiscono molteplici canali energetici, specifici per ogni singolo chakra: i meridiani; è per questo motivo che operando su e tramite i chakra si agisce sulla regolazione delle energie che scorrono nei meridiani, giungendo quindi al cuore della causa della malattia.



Nella tradizione Taoista i centri energetici principali si riducono a 3 e sono situati lungo l’asse gravitario che passa al centro della testa, del torace e dell’addome. Questi centri sono sovrapponibili, almeno per quanto riguarda il valore metaforico e simbolico, ai chakra, propri della Tradizione Induista e Buddista. Nel Taoismo sono chiamati TAN TIEN (superiore, medio ed inferiore) e rivestono un ruolo fondamentale come punto di attenzione delle arti che utilizzano il movimento come metodo per la salute o via evolutiva.

Il lavoro maggiormente improntato sui Tan Tien piuttosto che sui meridiani energetici è solo una questione di approccio metodologico o tecnica, in ogni caso è sempre coinvolto tutto il sistema energetico essendo inscindibile sia nelle componenti che riguardano il singolo essere umano, sia nei rapporti con natura e universo.




CENTRI ENERGETICI

il Tan Tien Superiore (o SHANG TAN TIEN) situato al centro della testa,

il Tan Tien di mezzo (CHUNG TAN TIEN) posto al centro del petto (quarto Chakra) e

il Tan Tien inferiore (HSIA TAN TIEN) ma per Tan Tien (senza indicazioni aggiuntive) s’intende sempre il punto sotto l’ombelico.

L’insieme dei tre Tan Tien è considerato un “organo del corpo”, come il cuore o i polmoni, chiamato “Triplice Riscaldatore”.

Il Lavoro sui “Tre Tan Tien” equilibra la parte superiore, a parte intermedia e la parte bassa del corpo, riattivando il metabolismo e dando una nuova “spinta” alla circolazione dle sangue e dei liquidi.

Si dice che il Ki sia mosso dalla mente "... dove va l’attenzione, lì fluisce il ki..."
da: essereilcambiamento.it

http://www.salutemigliore.it/la_grande_circolazione_celeste.html





CORPI SOTTILI ETERICI
AURA
Aura ( dal latino = aria, anche profumo o soffio, luce…) è un campo energetico che avvolge e penetra il corpo fisico come una corona di luce. Oltre al corpo fisico esistono altri corpi meno evidenti e meno densi che si compenetrano ad esso, formando nel loro insieme quello che comunemente è conosciuto come AURA o CORPI SOTTILI costituiscono i sette strati aurici:

1) CORPO FISICO (quello che vediamo normalmente)---
3° dimensione

2) CORPO ETERICO (quello che vitalizza tutti i processi fisici del corpo umano strettamente connesso col fisico rappresenta una sorta di foglietto illustrativo atemporale, se un arto viene amputato il corpo eterico rimane, infatti in caso di polarizzazione positiva, ricresce seguendo le istruzioni come accade nella salamandra, oppure come accade in una cellula uovo appena fecondata)---
4° dimensione

3) CORPO ASTRALE (produce sentimenti emozioni e alberga tutti i desideri nascosti della psiche, è qui che l'Ego (o demoni dell'antichità) agiscono infiltrandosi nella personalità, ovvero nei centri formatisi a partire dai 5 sensi che formano dei punti saldi nel centro mentale, emozionale e motore istintivo sessuale, si libera facilmente nel sogno, detto "viaggio astrale", ma anche attraverso l'uso della droga o in profonda meditazione , un corpo che sente impressioni più che reali, ma che spesso si sente ricoperto di incrostazioni come offuscato (tenta di correre o scappare ma non ci riesce ad es che archetipicamente è il limite impostoci dall'Ego, la prigione astrale)---
5° dimensione

4) CORPO MENTALE INFERIORE (è il piano inferiore della ragione, quindi l'emisfero sinistro del cervello che crea pensieri astratti, analitici, speculazioni ed elucubrazioni mentali)

5) CORPO MENTALE SUPERIORE (è il piano superiore della mente, l'emisfero destro, questo è meno usato, crea mondi immaginari che toccano una realtà che supera la nostra, di un intuizione pura)---
5° dimensione

Fin qui la vita è ciclica <<tutto ciò che vi innalzerà,vi seppellirà>>"Eckart Tolle"(il potere di adesso)...

-------COLONNE D' ERCOLE-----(la prova della dea maat dinanzi ad osiride)------

Secondo il racconto di Platone, il regno perduto di Atlantide era situato oltre le Colonne d’Ercole, collocandola effettivamente nel regno dell’Ignoto. La tradizione rinascimentale ci dice che i pilastri recavano l’avvertimento “Nec plus ultra” (anche “non plus ultra” “nulla più in là”), che serviva da monito per marinai e naviganti a non proseguire oltre. Simbolicamente, andando oltre le Colonne d’Ercole significa l’abbandono della bruttura del mondo materiale raggiungendo una sfera superiore di illuminazione. Qui si arriva solo a coscienza risveglia, ripulita dagli "IO", la spazzatura astrale.

6) CORPO CASUALE -CORPO SPIRITUALE, Tiphereth (è la luce interiore chiamata anima) Lancillotto che dovrà unirsi a Ginevra il corpo buddhico, l'unione del re e della regina, per ricongiungersi finalmente con L'Atmah, L'ESSERE---
6° dimensione

7) PRIMO LOGOS (PADRE)-SECONDO LOGOS (FIGLIO)- TERZO LOGOS (SPIRITO)---7° dimensione


--------------------------------------------------------SPAZIO ASTRATTO ASSOLUTO------------------------------------------------
-----------------------------------------------------------------------AIN SOPH AUR-----------------------------------------------------------

CORPO ASTRALE di Rudolf Steiner


Quando l’uomo dorme, il corpo astrale appartiene non soltanto alle condizioni terrestri, ma pure a mondi di cui fanno parte anche altre regioni dell’Universo (mondi stellari). Anzi, quei mondi esercitano un’influenza sul corpo astrale umano anche durante lo stato di veglia. Di conseguenza può apparire giustificata la denominazione di “corpo astrale”…

Tratto da: “La Scienza Occulta” di Rudolf Steiner


LE NADI CANALI ENERGETICI

LE NADI:
Come la foglia di un albero è composta da minuscole fibre,così il corpo umano è permeato da migliaia di nadi (canale energetico).
Nad significa scorrimento,movimento,fiume.
Le nadi sono i condotti dove scorre incessantemente il prana (qi –energia).
Le nadi sono composte da tre strati:
A: Sira – la parte più interna
B: Damani – lo strato intermedio
C: Nadi – lo strato esterno dell’organo o tutto l’organo
I Rishi dicono che la maggior parte delle persone,sviluppa e fa funzionare solo 300 – 400 nadi.
Gli yogi dell’antichità hanno sperimentato l’esistenza di circa 72.000 nadi nel corpo umano.
Sono così tante perché sicuramente gli antichi si riferivano ai canali energetici di tutti i corpi dell’uomo (da quello fisico a quelli più astrali).
Studiare il funzionamento e la teoria delle nadi,favorisce l’apertura di altre nadi e il miglior funzionamento di questi canali in generale.
Tutte le nadi si formano dal Kanda (osso sacro);da qui si estendono e si diramano in tutto il corpo.
Ida e pingala scorrono ai lati della colonna vertebrale: IDA e PINGALA sono la parte energetica dei paravertebrali lungo la colonna.
Scorrendo appena a lato della colonna incontrano i gangli spinali del sistema nervoso;i gangli possono essere considerati delle vere e proprie centraline e in qualche modo piccoli Chakras che funzionano a modo loro.

Dragonero




Il mondo che ci è più familiare, il mondo fisico, è un’immagine che abbiamo costruito sulla base delle nostre limitate informazioni sensoriali. Quando si osserva la materia a livello subatomico o quantico ci si accorge che l’universo fisico è composto da ordinate strutture di luce congelata. Il mondo che percepiamo con i cinque sensi e la natura della realtà sono sostanzialmente due cose diverse. I limiti dei nostri sensi ci vincolano a percepire soltanto il mondo delle apparenze. Ciò che vediamo in superficie non riflette sempre il vero comportamento della materia a livello di processi e interazioni invisibili.

Il mondo del piano fisico è frutto di una serie di illusioni basate sui nostri meccanismi limitati di percezione. La vera natura della realtà è oltre la portata dei nostri normali canali sensoriali, che raccolgono informazioni su noi e sul mondo esterno.

I nostri vari corpi sottili sembrerebbero essersi evoluti per qualche scopo diverso dal mantenimento delle funzioni fisiologiche del corpo fisico. I corpi sottili sono si, campi energetici collegati al fisico, ma questo non ne è la sorgente.

Sono i campi di Energia che generano la materia e non il contrario!

I campi di energia sottile precedono ed organizzano la formazione del fisico come mezzo di manifestazione di energie conscie superiori.

Attraverso sistemi moderni di rilevazione di campi di energia, come la fotografia kirlian, scanner EMR, EMG etc etc, si è potuto dimostrare scientificamente che i campi di energia sottile sono strutture energetiche olografiche autoorganizzate con caratteristiche entropiche negative. Questi dati rispecchiano sia le antiche conoscenze sull’uomo multidimensionale ma anche ciò che raccontano sciamani e chiaroveggenti, con estrema precisione.

La forma eterica prenatale che appare subito dopo il concepimento sembra un piccolo corpo fatto di materia eterica, luminescente e leggermente brillante: un essere vivente che rappresenta l’eterica proiezione dell’archetipo modificato dal karma. Entro la forma eterica si vede, in termini di energia fluente o di linee di forza, ciascuna con la sua lunghezza d’onda, un disegno dell’intero corpo. In esso è rappresentato ogni tipo di futuro tessuto, ognuno diverso dagli altri in quanto l’energia, di cui il tessuto sarà il risultato finale, è di una frequenza diversa. Così sulla forma eterica sono rappresentati da correnti di frequenze specifiche: lo scheletro, la muscolatura, il tessuto vascolare, i nervi, il cervello e gli altri tessuti. Gli atomi si manifesteranno a secondo della sinfonia emessa , un po’ come avviene in cimatica. Queste molecole sono quindi attratte verso linee di forza e si sistemano in virtù di simpatie vibrazionali o di mutua risonanza. Questo corpo sottile o Eterico è un po’ il nostro foglietto illustrativo, infatti se un arto viene amputato, la materia sparisce ma l’eterico rimane. In noi non ricresce solo per una questione di polarità, infatti nella salamandra che ha una polarità opposta alla nostra, l’arto ricresce, seguendo le “antiche” indicazioni.

Da tutto ciò si evince che ciò che è materiale è in realtà la parte ultima di un flusso di energia, di luce, che viene da lontano ed alla quale dobbiamo, con ogni probabilità far ritorno. La Cabala racchiude senz altro questa conoscenza antichissima che noi solo oggi abbiamo riscoperto.

Ego e il karma da esso generato, sono sicuramente gli aspetti che minano il nostro cammino…la disarmonia che magneticamente si attacca a noi, ci incatena all’energia densa che rappresenta “l’ Inferno” appunto da inferius…luogo che sta al di sotto…

Infatti, una volta presa sostanza e forma finale, ogni parte del corpo fisico, si adatta esattamente all’EGO che rinasce…



La sostanza sottile, in specie astrale, è molto magnetica; i movimenti a questo livello sono relativamente fluidi in confronto al piano fisico denso. Vi sono forme, ma queste tendono a pulsare ed il movimento può essere in più di una direzione nello stesso momento: è, dopotutto, un'altra dimensione di esistenza e deve essere compresa nei suoi termini...
Anche la "materia" non ferrosa ha le proprietà magnetiche di quella ferrosa; questo riguarda la "materia" costitutiva del pensiero e dei sentimenti. Non è il tipo di magnetismo che attrae la limatura di ferro, naturalmente, ma è senza dubbio un tipo di magnetismo; attrae le sostanze che sono in armonia con esso e respinge quelle che non lo sono. Alla fine le emozioni dovranno essere considerate sia materia non fisica fortemente magnetica, sia aspetti di una certa coscienza. La difficoltà nel trattare molte patologie emotive, deriva in parte dal fatto che le emozioni che causano questi problemi tendono a rispondere magneticamente ad un tipo di materia astrale, che si incolla facilmente sia ai nostri sentimenti che ad emozioni dello stesso tipo. L'azione magnetica rende molto difficile liberarsi dalla sostanza astrale "negativa" e quindi dal problema emotivo da esso generato. Certi tipi di materia sottile fisica od eterica sembrano attrarre specifiche malattie al corpo fisico. L'Ego è l'esempio lampante dell'ipno-magnetismo astrale che imprigiona la coscienza e che conduce lentamente a quel tipo specifico di patologia. Il giusto tipo di magnetismo e di energia, prodotti ad esempio dalla meditazione trasmutatoria, respirazione cosciente ed un'alimentazione alcalina, somministrati in forma di rimedio, dissipano e disperdono la sostanza negativa e condurranno alla guarigione e alla liberazione...
Tutto è Energia e l'energia si presenta in svariate forme, così come la materia è solo un'aspetto specifico dell'energia stessa che l'ha generata. Daltronde per dividere due calamite bisogna applicare una forza, quindi un plus di energia. Con questo plus di energia diventa possibile l'impossibile e diventiamo l'esatto opposto di ciò che siamo oggi, cioè, "potenti" sugli Elementi...

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Licenza Creative Commons
Enuma Elish diDario Sumer è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.