venerdì 8 maggio 2015

Zeroids: Gli esseri viventi che abitano il vuoto cosmico



Zeroids;bioforme creature viventi possono popolare i recessi dello spazio vuoto caratterizzato praticamente dall'assenza di temperatura e dalla pressione atmosferica equivalente a zero.

L'astrofisico Russo Dr. Vl Goldanskii ha sostenuto che apprezzabili quantità di materiale prebiotico dovrebbero essere in grado di accumularsi nelle regioni circostanti le nebulose o nelle titaniche nubi di gas. Già alcune decine di composti organici sono stati identificati nello spazio, tra questi il formaldeide e l'acido cianidrico. In breve, vi è un abbondanza di elementi di base là fuori per permettere l'evoluzione degli zeroids. Gli Zeroids possono variare in dimensionalità da una forma microscopica a quella macroscopica e variano dall'assolutamente semplice a forme straordinariamente complesse e possono vivere singolarmente o in vaste colonie. Gli Zeroids possono essere migrati in tutti i settori dello spazio - sia all'interno che all'esterno delle galassie.
Dotati di mobilità e l'intelligenza, non è escluso che alcuni di questi possono avere penetrato la nostra zona di esistenza.L'attrito atmosferico potrebbe ridurre in cenere qualche zeroids, e il gas e la temperatura del nostro pianeta potrebbe rivelarsi letale per altri. Tuttavia, alcuni di loro potrebbero avere sviluppato uno scudo protettivo - fisico o di natura elettromagnetica - che ha permesso loro di sopravvivere all'ingresso nel nostro mondo.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Licenza Creative Commons
Enuma Elish diDario Sumer è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.