lunedì 11 maggio 2015

Ufo e alieni: inganno


Riporto qui un articolo tratto dal sito "veniteadme".

Ognuno di noi possiede amici, parenti, conoscenti o vicini che credono negli alieni, negli ufo o nella vita oltre il pianeta terra. Alcuni di essi si spingono oltre credendo o, in determinati casi, pregando “divinità” aliene o presunti viaggiatori cosmici presentati a noi come benevoli e desiderosi di “salvarci”.
Numerosi sono inoltre i casi di credenze che tendono a mescolare le classiche religioni come il Cristianesimo, il Buddismo o l’Ebraismo agli alieni, per cui si crede che gli angeli siano in realtà extraterrestri o che Cristo (o il Buddha) siano solamente stati degli “illuminati” inviati dalle remote regioni dell’universo per guidarci.
Tutte queste nuove “fedi” vennero proposte e propagate tra il pubblico già a partire dagli anni ’60 e ’70 del secolo passato, in linea con lo sviluppo della New Age: non era raro – e non lo è ancora oggi – assistere a vere e proprie predicazioni da parte di moltissimi personaggi influenti del mondo dello spettacolo a favore di queste credenze.
Uno dei maggiori difensori delle teorie ufologiche, Roberto Pinotti (segretario generale del Cun, Centro ufologico nazionale), già nel 2010 dichiarava riguardo alla credenza negli alieni: “Gli scettici? Ormai sono una specie in via d’estinzione! Se fosse una religione sarebbe tra le più seguite al mondo.”



La tragicità di questa realtà risiede soprattutto nell’accettamento anche in ambiti ecclesiastici.
Come faceva giustamente notare lo scrittore Lorenzo Mondo sul giornale La Stampa, “l’ufologia è nata dal tronco fulminato della morte di Dio e dal rinnegamento degli angeli”.
La credenza negli alieni è difatti un preciso rinnegamento della divinità e della creazione data all’uomo, secondo quanto scritto nella Bibbia.
Tuttavia il fine ultimo di questo nostro articolo non è la discussione prettamente teologica, difatti vogliamo argomentare presentando casi reali e svelando le finzioni, le menzongne e le dietrologie delle teorie ufologiche, dei “messaggi dalle stazioni celesti” o, ancor peggio, dei cosiddetti “maestri ascesi”.





Siamo intorno alla fine degli anni ’50 del XX secolo.
L’allora ricercatore del paranormale George Van Tassel dichiara al mondo d’essere in contatto con un presunto “essere di luce superiore, uno dei maestri ascesi, il comandante delle forze intergalattiche venuto a noi per indicarci la via”.




Rappresentazione di Asthar Sheran

Egli sarebbe, secondo il contattista, uno degli Arcangeli superiori fattosi uomo con il nome di Ashtar Sheran (NOTA: Asthar o Ashtoret è uno dei nomi antichi di Astaroth, uno dei demoni più vicini a Satana).
Van Tessel, come coloro che oggi si vantano d’essere in contatto con questo “maestro”, regolarmente pubblica e diffonde i messaggi che, stando a quanto dichiarato, sono ricevuti direttamente tramite canalizzazione.
La canalizzazione o, come chiamata in altri ambienti, channelling, è una tecnica orientale di trance autoindotta per farsi tramiti di “entità spirituali”.
In diverse culture questo tipo di pratica viene favorita dall’uso di sostanze alteranti.
Arriviamo al contenuto dei messaggi dunque.
Generalmente la logica vorrebbe che un soggetto, d’origine spirituale o meno, sia coerente con se stesso nella sua missione, tanto più considerato il fine in questione – la salvezza dell’umanità. Tuttavia i messaggi di Ashtar non di rado sono completamente non concordi e variano a seconda della persona che li canalizza: a volte si fa riferimento ad una cooperazione ed altre volte alla non cooperazione assoluta, a volte si parla di metempsicosi ed altre volte di risurrezione. Troviamo ovviamente anche elementi che rasentano l’assurdità e la crudeltà, come “l’invio dei non spiritualmente pronti su pianeti lontani e disabitati a causa della loro inferiorità”.


Un elemento ricorrente tuttavia è certo: l’invito a vivere d’egoismo e d’esaltazione della propria personalità, poichè superiore a quella altrui (in un messaggio viene dichiarato: “il vostro Divino sè superiore vi proteggerà (…) nessuno può aver fiducia e credere al suo prossimo”).
Se questo spronamento a vivere rigettando gli altri non vi sembra essere abbastanza, vi proproniamo un’altro messaggio che questo “essere cosmico” spesso ripropone, delle vere parole di bestemmia e distruzione che provengono dall’Inferno: “Io oggi vi dico con grande insistenza: DIO, lo SPIRITO UNIVERSALE, non chiede a nessun uomo di credere in qualche cosa che non possa essere capita. Vorrei persuadervi BIBBIA alla mano che voi siete in errore (…) certamente DIO parlò con gli uomini, ma non parlò mai faccia a faccia”.
In questa dichiarazione troviamo due concetti per noi aberranti: il completo rifiuto dei Dogmi e la negazione di Cristo, di Mosè e dei profeti in generale. Non a caso, in altri messaggi si definisce lo stesso Mosè un semplice “medium”.
L’aura di falso buonismo tuttavia conferisce alle parole di Ashtar (Astaroth) un certo fascino, attirando facili prede soprattutto tra i fedeli cristiani più sprovveduti: è il caso dei seguaci di Giorgio Bongiovanni e Cristina Caterina, due falsi profeti italiani, discepoli dell’altrettanto falso mistico Eugenio Siragusa – a tal riguardo vi rimandiamo al nostro articolo “Falsi Profeti“.

Gli esseri di luce di cui fa parte anche Asthar, secondo i soggetti che vantano la possibilità di poter comunicare con loro, proverrebbero da una presunta “confederazione intergalattica” che risiederebbe nell’ammasso stellare delle Pleiadi, a 440 anni luce dalla terra.
Malgrado ciò, neanche la loro origine sembra mettere i “credenti” d’accordo: c’è chi afferma che provengano da Orione, chi dal misterioso (e mai scoperto) pianeta Nibiru o altrimenti detto pianeta X, chi da dimensioni parallele e così via, alimentando il dissidio ed la formazione di correnti settarie sempre più in competizione tra di loro.
Da notare l’uso spropositato in questi contesti dei nomi angelici provenienti da testi esoterici ebraici quali Kazfiel, Aniel, Metatron e Sandalphon (tanto sponsorizzati anche da falsi siti d’angelologia; per approfondimenti vedere l’articolo “Tradizioni extrabibliche e angeli “sospetti”“) uniti ad altrettanti nomi demoniaci d’origine misterica fatti passare come spiriti benigni.
Non ci deve dunque sorprendere il fatto che queste nuove fedi siano spesso unite alla magia, all’esoterismo, all’occultismo ed ai rituali neopagani, andando inevitabilmente a finire nel “brodo” New Age.
Inutile infine ricordare che tutti i messaggi, senza distizione di tempo o setta, neghino immancabilmente quasiasi forma di peccato.

Naturalmente oltre al “maestro asceso” (più che asceso, caduto) Ashtar ve ne sono altri: Sanat (anagramma di Satan), Maitreya (usurpazione d’un nome del Buddha), Melchizedek e così via, a seconda della fantasia dei soggetti.
Sebbene possano sembrare generalizzazioni, il caso ci impone di farle. Le “rivelazioni” proposte dai contattisti – di cui il web è ormai intasato – sono spesso scontate; si fa quasi giornalmente riferimento a precise date ove “gli esseri di luce si riveleranno a noi e scenderanno dal cielo” (profezie ovviamente mai realizzatesi), reincarnazione, egoismo materiale e spirituale, complottismo che sfocia in evidenti contraddizioni, termini incomprensibili e concetti appartenenti a culti misterici.
La logica ed il buon senso stridono fortemente contro codeste tesi per cui questi “alieni” sarebbero venuti a noi per “salvarci”: di sicuro non lavorano bene in questo senso. Come può l’umanità salvarsi se la si spinge ad affirdarsi all’egoismo e comunicandole concetti astrusi e – non di rado – privi di senso?
In circostanze ordinarie vi sconsiglieremmo di leggere quei messaggi, ciononostante in questa occasione vogliamo invitarvi a documentarvi per constatare in prima persona l’eclatante inganno proposto da questi fantomatici “maestri ascesi” che, nel caso che abbiamo preso in questione, non hanno neanche ritenuto opportuno mascherare di molto il loro nome demoniaco originale.


Pianeti abitati? Ufo?

Credere negli ufo e nella possibilità della vita sugli altri pianeti dell’universo non sembrerebbe più essere una scelta oggigiorno ma, piuttosto, un must, un obbligo senza il quale si viene categoricamente etichettati come “retrogradi”.
Il motto “l’universo sarebbe solo un grande spreco di spazio se non ci fosse altra vita oltre che sulla terra” è indubbiamente uno degli assiomi principali delle ricerche scientifice di natura americana.



Maestri ascesi e stazioni stellari a parte, il mito degli extraterrestri affascina l’uomo del XX e del XXI secolo come l’alchimia affascinava morbosamente quello del XIV secolo.
Ad oggi, non essendoci prove tangibili né testimonianze fortemente attendibili, il campo dell’astrazione vive una grande fioritura. Seppure, a nostro avviso, non servirebbero altre parole oltre a quelle citate in principio dello scrittore Lorenzo Mondo, è innegabile affermare che il senso di solitudine e spiazzamento generato dall’ateismo ha portato molti a cercare conforto in mondi immaginari come quello degli alieni.

Ancora più incomprensibile è la logica secondo la quale gli ufo esisterebbero ma, in base a qualche misteriora motivazione, si divertirebbero solamente a “gironzolare” nei cieli.
Se fosse vera la tesi secondo cui gli extraterrestri sono molto più avanzati tecnologicamente e intellettualmente di noi, perchè non si manifestano pubblicamente o non cercano un contatto deciso?
Al quesito ovviamente non vi è una precisa risposta poichè coglie impreparati anche gli stessi ufologi più incalliti: troviamo difatti una serie infinita di giustificazioni molto spesso in contraddizione tra di loro.
Analogo fenomento collegato, portato a più riprese come “prova definitiva”, è quello dei crop circles, ovvero i titanici disegni geometrici fatti sui campi di grano – vogliamo sottolineare che esiste un’associazione chiamata Circlemakers dedita a queste azioni, tutt’altro che aliena.
Esistono inoltre diversi video esplicativi, documentari e testimonianze su di come queste opere siano semplicemente frutto dell’ignegno e della creatività umana.
Il loro sito ufficiale è circlemakers.org.



Nonostante ciò, non possiamo negare che esistono avvistamenti in questo senso.
Tuttavia, come andiamo ad illustrare, trattasi d’esche per attrarre prede in una trappola d’orgine infernale.
La mistica Maria Simma, veggente in continuo contatto con le anime del Purgatorio, raccontò:




Un amico mi chiese recentemente di domandare alle anime del Purgatorio se esiste una vita intelligente su altri pianeti. L’anima rispose: “No“. Non c’è dunque vita intelligente su altri pianeti.
Ma ciò NON vuol dire che tutti quegli avvistamenti e quelle storie di rapimenti non siano vere. Non è nelle intenzioni di così tante persone mentire su questo argomento, ma c’è un’altra spiegazione. Se nell’universo non ci sono altre forme di vita intelligente, e qui vorrei aggiungere che chiunque con una profonda conoscenza e fede nelle Sacre Scritture concluderebbe allo stesso modo, tutti quegli avvistamenti sono opera di Satana.
Satana vorrebbe che fossimo molto curiosi: quale modo migliore ci potrebbe essere, infatti, per condurci fuori strada se non quello di farci rincorrere delle piccole creature verdi nel vuoto dello spazio? La curiosità ha ucciso più di un semplice gatto. E tutti quei film e quegli spettacoli televisivi sulle civiltà extraterrestri possono facilmente far deviare i ragazzi.



Una conferma in tal senso, con numerose precisazioni, è venuta recentemente più volte anche da Gesù stesso attraverso le locuzioni interiori ad una mistica italiana (vedere il link: Messaggio del Signore a riguardo di attuali inganni satanici: gli ufo):




Miei cari, il trinomio Gesù – Maria – Ufo è una falsità diabolica.
Insomma, voglio dirvi, o Miei cari e Miei santi, amen, di diffidare, di NON SEGUIRE questi pseudo messaggi in cui la – o le – percipiente/i o veggente/i asseriscono di un collegamento fra Me, Cristo Dio vostro – Unico e Vero, amen – e questi supposti “alieni”. Ci sono – dicono certi nel mondo – veramente avvistamenti di ufo o, a volte, persino qualcuno – o qualcuna, amen – afferma di aver avuto un “contatto”, o persino un’apparizione di questi esseri – dicono loro, amen – extraterrestri.
Figli Miei, vi prego ascoltateMi! Nè vi traggano in inganno – davvero subdolo e satanico, amen – la notorietà – alle volte, amen – delle persone che si schierano a pro degli ufo – anche Vescovi o esorcisti – e neppure credete perchè quella “veggente” o quei “veggenti”, amen, hanno movimenti di preghiera magari già diffusi anche nei cinque continenti. In questi tempi, a causa dell’imperante buonismo e del lassismo persino di non pochi dei Miei ministri, amen, ecco che PER SATANA DIVIENE ANCORA PIÙ FACILE INGANNARE MOLTE ANIME, E DEVIARLE DAL RETTO E STRETTO SENTIERO DELLA VERITÀ. Ciò egli fa mischiando mezze verità e sue menzogne.
Non credete neppure perchè uno o una presenti dei segni fisici che sembrino, in qualche modo almeno, le Mie stigmate, le MIE PIAGHE SACROSANTE, AMEN. (Nota di Venite ad Me: evidente riferimento a Giorgio Bongiovanni)
Neppure ciò è sufficiente per dire: – Quello – o quella, amen – è un vero servo di Dio!
DIO – MADONNA – UFO SONO SOLO MENZOGNE. AMEN.
E guai a chi, consapevole di fare del male ai suoi fratelli e alle sue sorelle in Me, Cristo Dio Vero, diffonde questi messaggi menzogneri e fallaci, amen.



Da notare, come messo in risalto da Gesù stesso in questo estratto, anche la questione dei cosiddetti “incontri ravvicinati” e delle abduction, i presunti rapimenti alieni a scopi sconosciuti.
Molte testimonianze riportano di come il tempo, nel momento del rapimento, sia fermo. Ora, se prediamo come vera la tesi per cui gli extraterrestri provengono da altri pianeti e sono limitati alla dimensione materiale/temporale come la nostra, bisognerebbe concludere che sarebbe impossibile secondo ogni logica che possano congelare il tempo.
Cristianamente parlando, è possibilissimo invece il “rapimento in spirito” ove l’anima può assistere a delle visioni, che siano reali o false, fuori dal tempo.
I Santi ed i veggenti vengono traspostati in spirito nei regni celesti o nelle parti del mondo per il volere di Dio, vedendo cose reali. Il demonio, d’altro canto, menzognero e velatore qual’è, può rapire in spirito causando visioni false a piacimento per sviare il soggetto dalla verità – la demonologia cristiana ed ebraica concordano su questo, gli angeli caduti ne hanno la possibilità.
Questo tipo di rapimenti non conosce la dimensione temporale.
Non è difatti un caso che queste esperienze producono spesso scenari e conseguenze orribili.
A prova di ciò riportiamo una testimonianza tra le tante reperibili nel web:




L’uomo possiede una fonte di energia inesauribile che loro non hanno, l’uomo per l’alieno è come una mucca da mungere, dal quale prelevare materiale e soprattutto energia, perchè per loro è fondamentale “nutrirsi” attraverso di noi.
(…) Perchè è l’anima che l’alieno vuole e sta cercando in tutti di modi di impossessarsene. Comune nel ricordo di molti è il senso di sdoppiamento della propria personalità, la sensazione di aver perso qualcosa di sè e, quando accade, è facile cadere in forti depressioni, in situazioni di stanchezza cronica dove tutto risulta difficile da superare.



Ricollegandoci alla domanda di prima: in che modo potrebbe giovarne un essere materiale come un alieno dell’anima umana? Perchè vuole rubarla e come potrebbe farlo, se l’anima è immateriale? La risposta è semplicemente ovvia: i demoni bramano le anime poichè le vogliono trascinare all’Inferno per dare un dispiacere a Dio, sono disposti a tutto per concquistarle. Per loro è una necessità assoluta, è l’unico scopo della loro esistenza decaduta.

Cristiani ed alieni

Dichiararsi cristiani ed allo stesso tempo credere agli alieni è un controsenso ed una grave bestemmia, poichè indirettamente si accusa Dio d’essere bugiardo, cosa ovviamente non possibile poichè Egli è la stessa fonte primaria della Verità.
La Genesi per i credenti racchiude la descrizione esatta della creazione, senza omissioni – dichiarare il contrario significa, appunto, contestare a Dio d’aver mentito, che l’uomo non è l’unico essere creato nell’universo.
Una “scusa” adottata da molti (compresi membri della Chiesa, ahinoi) per credere negli extraterrestri è: “La Bibbia non lo nega esplicitamente, quindi tutto può essere”.
Seguendo questo ragionamento estremamente semplicistico potremmo allo stesso modo affermare che la Bibbia non nega esplicitamente l’esistenza degli asini che volano e degli scoiattoli parlanti, tuttavia questo ci autorizza realmente a reputarne vera l’esistenza? Non ci sembra un motivo valido e sensato.

Guardiamoci dunque bene dal Cristianesimo-fai-da-te, poichè è uno dei più strumenti usati da Satana per diffondere confusione e divisioni. Guardiamoci anche bene dal non farci trasportare troppo dalla fantasia e dalla curiosità, poichè potrebbero esserci fatali come lo furono per l’Ulisse dantesco.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Licenza Creative Commons
Enuma Elish diDario Sumer è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.